mercoledì 8 maggio 2024

"Il non elogio della rabbia" di Mauro Gibertini - motivazione del Premio

Premio Emanuele Morganti - III Edizione  Auditorium Pertini - Alatri 7 maggio 2024  

Primo Classificato - Sezione Racconto Mauro Gibertini  

IIS EINSTEIN- BACHELET ROMA  

"Il non elogio della rabbia".  

Dare voce ad un sentimento, la rabbia, trasformandolo in un personaggio, è l'originale intuizione di questo racconto. La Protagonista del racconto diviene immediatamente  protagonista della Storia attraverso le ere con le loro battaglie e conflitti, con un senso di  superiorità sull'umano che si manifesta in chiave ironica o sarcastica. Così concepita la rabbia assume vita propria potendo rivolgersi al lettore come allo stesso autore, colto nell'atto dello  scrivere. Ecco che la forma del racconto, attraversando le vicende umane dalle origini  bibliche a quelle storiche impresse nei libri di scuola, si trasforma in un gioco di specchi nel  quale chi scrive e chi legge può perdersi e ritrovarsi





martedì 7 maggio 2024

Il "non" elogio della rabbia - di Mauro Gibertini

 ISTITUTO “EINSTEIN-BACHELET”


PROGETTO “EMANUELE MORGANTI” EDIZIONE 2023-2024

Tipologia testuale scelta: POESIA / RACCONTO


TITOLO: Il “non” elogio della Rabbia

Dannazione sono in ritardo, era al terzo non al secondo piano, dovevo leggere meglio l’indirizzo.

Ecco ci siamo, scusate il ritardo sono arrivata, mi piacerebbe presentarmi: sono la Rabbia, non L’

Arabia il paese in Medio Oriente o la rabbia la malattia.

Io sono l’emozione Rabbia e oggi sono qui a manifestarmi a voi che siete in questo posto a sentire

la mia storia.

Sicuramente è molto scortese da parte mia interrompere ciò che stavate facendo e concentrarvi

su di me che sono pure arrivata in ritardo, ma è questa la cosa positiva per me ed è che in voi si

formi questo odio o rabbia nei miei confronti e già stiamo aprendo parte del racconto.

Ma cominciamo per ordine senza andare a discutere cosa si deve esporre prima e cosa va esposto

dopo.

martedì 23 aprile 2024

C8mpleanno de Ilcentuplo

Il 23 aprile 2024 abbiamo celebrato l'8vo compleanno de ilcentuplo (www.ilcentuplo.it) iniziando con
un programma fittissimo. Dapprima la diretta Radio Mater per presentare il libro "San Giorgio e il Drago: l'indispensabile mito" con i due autori Eduardo Ciampi e Paolo Velonà i quali poi hanno riproposto una riflessione su San Giorgio pure in sala durante la Festa. Cena per tutti (un centinaio di persone), il saluto dell'ospite, Francesco di Nomadelfia e infine la consegna del premio, con le motivazioni, a Roberta Bandiera per ricordare suo marito Giovanni, vera rappresentazione dello spirito de Ilcentuplo. Buona visione


domenica 7 aprile 2024

Le magie del Romics (viste con gli occhi umidi ed emozionati del papà di Catnap)


Ho seguito, nel fine settimana, mio figlio al Romics di Aprile, che era vestito da Catnap, questo personaggio del gioco Poppy Playtime Chapter 3.

Centinaia di bambini lo hanno riconosciuto e rincorso per una foto o un abbraccio!

Che bello poter portare gioia, spensieratezza, sogni, sorrisi con così poco.

Grazie Mauro-Catnap di questo insegnamento e di questo impegno, continua così!

Si sente dalla voce che anche io ero emozionato?

Seguite mio figlio Mauro qui, se volete




martedì 26 marzo 2024

Solocosebelle puntata 2 - Felici come una Pasqua, anche sul letto di morte!


Vincenza, 95 anni, a Radio Mater ieri sera ci telefona e ci dice in diretta: "Non ho paura di morire però voglio morire a casa mia e non da sola". Questi sono i bisogni del paziente, della persona al centro delle cure palliative. ri-ascolta la trasmissione qui
https://www.ilcentuplo.it/2024/03/26/felici-come-una-pasqua-a-radio-mater-intervista-a-valeria-terzi-e-lisa-zuccarini/


venerdì 22 marzo 2024

E' fatica ragionare? Faccio mio questo brano di Don Zeno Saltini

 È fatica ragionare? Forse i santi non hanno fatto fatica a stare lì ore e ore a meditare? Perché meditano?

Perché sanno che la mente ha bisogno di ruminare, di pensare, di lavorare, Credete che le opere che
leggete voi siano costate niente a quelli che le hanno fatte? Credete voi che una "Divina Commedia" della
quale qui avete già tutti i disegni architettonici, credete voi che sia costata niente a Dante?
A leggere si fa presto, si fa fin fatica a capirla, capirai poi a farla. Credete che costi niente agli uomini di
spirito quello di imparare le cose per trasmetterle? Ma lì ci mettono giorno e notte, pensano sempre per
dire un'idea.
Vedete Gesù pur essendo figlio di Dio, fino a 29 anni circa, 30 anni è sempre vissuto solo nella meditazione
e nel lavoro. Vedete S. Paolo, questi qua, S. Giovanni, tutta gente che si è ritirata, ha pensato, ha meditato,
non dei poltroni che non vogliono pensare, quelli non fanno niente al mondo. È fatica pensare. È fatica
piantarsi lì anche di notte sui libri a studiare, è fatica.

martedì 27 febbraio 2024

Solocosebelle diventa un programma Radio!

Ogni 4° martedì del mese, dalle 17.45 alle 18.45, a
cominciare da oggi, Ilcentuplo avrà uno spazio fisso a Radio Mater, per un nuovo programma intitolato “Solocosebelle” che seguirà in tutto e per tutto la filosofia del nostro blog coinvolgendo pure i nostri numerosi autori.

Ringrazio quindi Radio Mater per la collaborazione e vi invito a seguirci anche durante la trasmissione o sul sito della Radio o tramite le frequenze della vostra zona.

La nostra filosofia rimane sempre questa: siamo convinti che vi siano più cose belle che brutte da raccontare, più persone belle che brutte da incontrare, più luoghi belli che brutti da visitare e divulgare e quindi, in dialogo con testimoni del nostro tempo, in questa trasmissione parleremo di tutto questo, con leggerezza e profondità.


venerdì 16 febbraio 2024

domenica 28 gennaio 2024

Poi gran partita di Massimo


Poi gran partita di Massimo finalmente alla ripresa del campionato! E qui, in questo video, vedete quei numeri, quelle magie che mi piacciono tanto e che mi fanno andare, compiaciuto, fino a Oriolo Romano per vederlo giocare.

Divertiti e fammi divertire.


Prima Sinner campione agli Australian Open

 Andando alla partita ci siamo visti, in auto, Sinner che diventata campione, per la prima volta, agli Australian Open.